Paros Island

Cenni Storici

Video di Paros   Mappa di Paros

Paros è stata abitata almeno dal 4000 Avanti Cristo. Ha cominciato a fiorire intorno al 3000 Avanti Cristo, ed il marmo di Parian circola da quel periodo in tutte le Cicladi. L'isola allora era chiamata Minoa, il che indica che la civilizzazione dell'epoca era Minoica (Cretese).

Più tardi, il marmo di Parian veniva utilizzato a Delfi, Delos ed al tempio di Poseidon a Sounio. La popolazione più antica che sappiamo aver vissuto sull'isola era una tribù, gli Arcadi. Mescolandosi con gli Ioni sono diventati una grande potenza nell'area delle Cicladi. Hanno commercializzato marmo con i Fenici e fino al sesto secolo Avanti Cristo hanno dominato nel Mar Egeo, con colonie su Thassos e in altri posti. In quel periodo però Paros è stato sconfitta da Naxos ed ha così perso la sua posizione di predominio.

Ha però mantenuto un grande influsso culturale, con una scuola per scultori. Quando sono cominciate le guerre persiane, Paros inizialmente ha combattuto con i persiani contro Atene. Dopo la sconfitta persiana a Salamina, Paros è entrata nella Lega Ateniese. Verso la fine del periodo classico Paros è stata dominata da Sparta, poi dai Macedoni ed infine dai Romani.

I cristiani sono arrivati a Paros intorno al 300 Dopo Cristo. Agia Eleni possiede una chiesa dedicata alla Vergine Maria, Katapolianis. Potete vedere la prima fonte battesimale. Questa chiesa è anche chiamata la chiesa dei 100 portelli e, secondo una vecchia leggenda, la Grecia conquisterà Costantinopoli quando il centesimo portello sarà trovato.

Durante il periodo bizantino Paros ha continuato ad essere un luogo importante per i suoi marmi, ma intorno al 900 l'isola è stata completamente abbandonata quando gli arabi l'hanno invasa. Si è ripopolata comunque all'inizio del tredicesimo secolo, durante il dominio dei Veneziani. Durante il dominio turco gli isolani sono stati molto tassati, ma hanno anche avuto molta libertà . In quel periodo sono state costruite molte chiese e monasteri.

Paros ha preso parte in maniera decisa alla rivoluzione greca contro i Turchi nel 1821 ed è stata liberata presto. I due nomi più famosi di Paros sono Archilochus, poeta lirico del settimo secolo Avanti Cristo e Scopas, scultore e architetto, del quarto secolo Avanti Cristo.

---------------------------------------------------------

-------

---------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------


---------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------

 
 

Indicazioni per scoprire i luoghi di Paros

Con una popolazione di circa circa 2.000 abitanti, Paroikia è il porto principale dell'isola. Qui troverete una miriade di caffè, taverne, una bella passeggiata sulla baia con ristorantini e negozi di souvenir, hotels vari. Osservate i suggestivi cortili delle case, con gli alberi da frutta, soprattutto melagrani. Tra i luoghi da visitare nel capoluogo di Paros troviamo la Chiesa di Ekatontachoni (che pare sia stata fondata da Santa Elena, madre dell'imperatore Costantino, durante il suo pellegrinaggio in Terra santa), il Museo Archeologico e naturalmente il labirinto di stradine con i negozietti, i caffè e le immancabili bianche casette (tra cui alcune in stile italiano).

La Chiesa di Ekatontachoni (anche conosciuta come la Chiesa dalle cento porte), fu fondata nel IV secolo e ricostruita diverse volte nei secoli successivi. È una delle chiese più belle di tutta la Grecia. La chiesa presenta un bell'atrio e un battistero esterni, l'entrata, la cappella principale, il santuario e tre cappelle minori. Delizioso il cortile fiorito, da ammirare gli antichi marmi. Alla destra dell'entrata principale troviamo la Galleria Yinaikonitis, che prende il nome dall'usanza che avevano le donne di stare in disparte. Bellissimo il motivo centrale in legno intarsiato e marmo, con immagini sante ed icone. Da non perdere, previa autorizzazione, una visita al piccolo santuario situato nel retro.

Il Museo Archeologico di Paros ospita importanti reperti archeologici che vanno dal periodo cicladico (corrispondente alla prima età del bronzo ed il cui nome viene associato ai periodi storici delle Cicladi) al periodo classico e romano. Nel museo inoltre si può ammirare parte del fregio del sito di Archilochion, possibile sede della tomba di Archiloco, poeta lirico e mercenario vissuto intorno al 650 A.C.

Da non perdere la visita al Castello Veneziano del XIII secolo, che come di consueto nelle isole greche si erge nel promontorio della cittadina maggiore. Le spiagge migliori della zona di Paroikia si trovano a Krios e ad Agios Fokas.

A nord dell'isola di Paros troviamo la splendida Naoussa, con i suoi candidi vicoli, il piccolo porticciolo di pescatori e le belle spiagge di sabbia dorata. Gli amanti della fotografia non possono perdersi il Castello del XIV secolo, i cui resti in parte sommersi giacciono sul fondale marino. Nelle vicinanze si possono ammirare le antiche cave del marmo Parian, il Monastero di Longovarda e il Monastero di Christou tou Dassous.

A sud dell'isola ci si imbatte invece nel suggestivo villaggio di pescatori conosciuto con il nome di Aliki, anch'esso circondato da bellissime spiagge dorate. La parte per noi piu' bella dell'isola e' verso sud-est e precisamente tra Marpissa e Drios. Qui troviamo tutto ciò che meglio si può desiderare da una vacanza al mare: pittoreschi villaggi di pescatori come Marpissa, Pisso, Livadi, Logaras e Drios, spiagge con acque trasparenti come quelle di Drios, Chrisi Atki (Spiaggia dorata), Messada, Pounda e tante altre, e le più moderne strutture turistiche. La spiaggia di Chrisi Atki è una delle migliori di Paros per gli amanti del windsurf. La vicina piccola spiaggia di Nea Chrisi Atki (Tserdakia) ospita in Agosto, sin dal 1993, una prestigiosa gara internazionale di Surf, la Windsurf World Cup per professionisti. L'ospitalità degli abitanti locali è eccellente e potrete assaporare le bontà della cucina tradizionale, motivo di vanto e di orgoglio per gli isolani.

A est dell'isola troviamo i famosi villaggi di Kephalos, e precisamente Tragoulas, Marmora e Kepidi. Essi conservano diversi reperti archeologici e probabilmente occupano l'area di una antica città. Nel promontorio di Kephalos troviamo l'ormai abbandonato Monastero di Sant'Antonio, che si erge tra le rovine di un castello medievale, un tempo appartenente alla famiglia veneziana dei Venieri. A nord di Petaloudes, interessante la visita al Convento di Moni Christou tou Dasous, dove per tradizione l'ammissione al santuario è consentita alle sole donne. Nel convento è sepolto il secondo Santo Patrono dell'isola, Agios Arsenios. Non ultima, una chicca della natura: Petaloudes - Valle delle farfalle. A circa 8 km a sud di Parikia, si trova una valle che nei mesi tra Maggio ed Agosto si riempie di suggestione, colore e magia. In questi mesi infatti gli alberi della valle si ricoprono di migliaia di farfalle. Al tramonto gli alberi sembrano muoversi, vibrando in danze romantiche.

 
 

Vita notturna nell'isola di Paros

La vita notturna a Paros è concentrata soprattutto in due zone, sul lungomare di Parikia e Naoussa. I clubs ed i bars a Parikia tendono ad essere un po meno moderni rispetto a quelli che si trovano a Naoussa; è comunque una buona idea frequantare entrambi i luoghi per verificare voi stessi quale delle due aree si addice alla vostra idea di divertimento.

A Parikia, vi consigliamo di andare a Evinos, il capitano Norton e Kia Loa per una serata di deliziosi cocktail e musica mainstream. Se siete amanti del Rock, vi consigliamo di visitare l' Hard Rock Cafè o Alga.

Anche Naoussa è ricca di clubs, bar e caffè alcuni dei quali sono stati creati all'interno dei vecchi depositi di pescatori. Alcuni tra i più famosi locali notturni di Naoussa sono Agosta, Barbarossa e il Cafè del Mar. Questi locali spesso sono caffè la mattina e bar la sera. Segnaliamo: Vareladiko Club, il luogo per gli amanti della musica greca mentre Nostos è uno dei più apprezzati club per l'arredamento in stile.

Punta Beach Bar non ha bisogno di presentazioni. Si tratta di un complesso di piscine, negozi, bar, caffè e ristoranti, che si trova sulla spiaggia di Punta, che opera dalla mattina alla sera. Non importa a che ora si vada a Punta Bar in spiaggia, ci sono sempre giovani che ballano e si divertono dall'alba alla notte.

Come ogni isola greca, Paros ospita numerose feste. Alcuni dei più noti festival sono: la Festa dei Pescatori la prima Domenica di luglio a Naoussa, l'Ascensione di Cristo sulla lug 9 Piso Livadi, la Trasfigurazione di nostro Salvatore 6 agosto in Marpissa, Nostra Signora delle Cento Porte il 15 agosto a Parikia, Novena della Vergine Maria e la Reenactment del Pirate's Raid "Koursariki Nychta" il 23 Augusto, in Naoussa e Agios Ioannis Day il 29 Agosto in Lefkes e Dryos.

 
 

Vacanze per rilassarsi, divertirsi e godersi le bellezze naturali

A Paros si possono praticare vari sport acquatici e potrete anche fare immersione, cosa insolita in Grecia. Potete girare in bici o passeggiare facilmente, perchè l'isola è essenzialmente piana: Tra l'altro ciò che ha reso Paros così popolare è che l'isola è ideale per il windsurfing, ed ogni estate ospita gare di windsurf.

Ci sono molte attrezzature sportive sull'isola, la maggior parte delle quali è situata nei grandi hotel. L'isola ha scuole di immersione e di nuoto subacqueo e ci sono molti posti in cui potrete praticare queste attività, in gruppo o da soli. La pesca è un'altra attività praticata da molti, e l'isola vanta l'abbondanza dei posti dove rilassarsi e pescare nelle acque cristalline.

 
 

Come arrivare a Paros... l'isola nel cuore delle Cicladi

In aereo: Paros è collegata con voli giornalieri della Olympic Airways con Atene. Il volo ha la durata di 35 minuti circa. Per informazioni consultare il sito dell'aeroporto di Atene oppure usare il migliore motore di ricerca di Easyviaggio. L'aeroporto è a circa 9 km a sud-est del capoluogo Parikia, nel vicino villaggio di Alyki. Autobus locali collegano l'aeroporto con Parikia in circa 10 minuti e con Naousa in circa 25 minuti.

In nave: L'isola di Paros è collegata giornalmente con il porto del Pireo (Atene) in poco meno di 3 ore di viaggio (navi veloci) e 5 ore (navi standard). Le compagnie marittime di collegamento con Paros sono diverse e per una rapida e conveniente ricerca vi consigliamo di visitare il sito di Ferries in Greece.

 
 

Le città più importanti dell'isola

Parikia è il capoluogo dell'isola ed è situata sulla costa occidentale. A Parikia si trova il maggior porto dell'isola e per questo c'è un grande traffico turistico durante l'estate. È il tipico paese cicladeo; costruito sulla città antica. Ci sono stradine anguste pavimentate, case bianche a due piani con molti fiori, chiese, e mulini a vento. Dal porto si diparte la via commerciale principale che porta nel cuore della citta, dove si possono trovare molti negozi. Nella parte occidentale di Parikia si trova da 1600 anni la chiesa Ekatontapiliani, dedicata alla Vergine Maria ed e il gioiello di Paro. Il museo archeologico, l'antico cimitero, e il castello franco sono soltanto tre dei monumenti bizantini che si possono visitare. A Parikia si trovano anche la stazione centrale degli autobus e la piazza dei taxi. Si puo andare a piedi alle più famose spiagge di Parikia, Krios,e Livadia. C'è una gran varietà di hotel, ristoranti, e bar per tutti i gusti.

Naoussa si trova nella parte nord dell'isola, a 12 chilometri da Parikia. È la perla di Paros perchè Noussa è una pittoresca città con case bianche e stradine strette. Si trovano qui molti ristoranti, hotel e negozi perche Noussa ha un gran sviluppo. La parte piu affascinante della città è il piccolo porto con piccole barche di pescatori; da qui si puo prendere una boat-taxi per visitare le spiagge nei dintorni. Le spiagge più popolari sono Kolimbithres, Monastiri, Santa Maria, e Piperi. C'è una stazione di bus nella piazza centrale della citta e gli autobus per Parikia sono molto frequenti. Si possono visitare il Castello Veneziano, l'Antica Torre e molte piccole chiese sparse in tutta la zona.

Lefkes è una delle più belle città dell'isola di Paros, costruita ad anfiteatro su una collina nell'interno dell'isola. Lefkes fu il capoluogo medievale di Paros e fu costruita in questo sito lontano dal mare, in modo da essere protetta dagli attacchi dei pirati. Dista solo 12 chilometri da Parikia e si può raggiungere con bus, auto o scooter passando le antiche cave di marmo di Marathi. Le case sono bianche con tetti dalle tegole rosse e sono piene di fiori. Le stradine anguste formano un dedalo e rendono impossibile il passaggio delle auto. Per questo, Lefkes è un paese molto tranquillo, senza le scocciature della città. Si puo visitare il museo della ceramica-folkloristico e alcune delle tante chiese. La chiesa piu interessante e la Cattedrale di Agia Trias, costruita con marmo bianco che ha una rara collezione di icone bizantine.

Marpissa è un piccolo ma pittoresco villaggio sulla costa est e dista soltanto 18 chilometri dal capoluogo. Si trova vicino ai villaggi di Marmara e Prodromos e ci sono molte spiagge intorno quali Logaras, Pisso Livadi, e la Golden Beach. La Pasqua a Marpissa è unica perchè qui si tiene una rappresentazione della Settimana Santa. Non dimenticate di visitare il monastero di Agios Antonios e le rovine del Castello Veneziano.

A solo 1 chilometro da Marpissa si trova il villaggio di Piso Livadi. Dal suo porto partono navi giornaliere per Naxos, Mykonos, Delo, Ios, Amorgos. C'è una gran varieta di hotel, ristoranti e bar e anche molte baie. Ogni anno si tiene la festa del Giorno dell'Ascensione in un modo tradizionale con pesce e vino.

Vicino al villaggio di Drios ci sono diverse spiagge molto affascinanti: La Golden Beach dista solamente 1 chilometro da Drios. Drios è una località di mare, tra gli alberi, molto bella e si trova a circa 20 chilometri da Parikia.

Alyki è un piccolo centro turistico a 16 chilometri a sud-ovest rispetto a Parikia. È famosa per le spiagge sabbiose e chiare e per le tradizionali taverne. Ogni estate sulla spiaggia di Aliki si tengono 2 eventi, Il "Festival del Pesce" e il "Revival di Giannis Klidonas". Il piccolo porto è molto bello e i residenti sono molto ospitali.

Sulla costa est di Paros, si trova Ampelas, a circa 3 chilometri da Noussa. È un villaggio di pescatori e gli abitanti sono molto cordiali e amichevoli. È il posto ideale se si vuole una vacanza in famiglia distante dalla confusione.

 
 

Eventi a Paros

Megali Evthomada (celebrazioni pasquali a Paros)

In questo periodo sembra che gli abitanti di Paros aspettino l’evento della Pasqua da mesi. I preparativi arrivano ad essere incredibili. Sicuramente tanto coinvolgimento testimonia la vitalità delle tradizioni locali. Le case vengono dipinte nuovamente di bianco, le donne passano lunghe ore ad infornare pane (Tsoureki) e biscotti (koulourakia) tradizionali.

Ai Giannis Klidonas (Aliki 23 Giugno)

Interessante manifestazione musicale e coreografica direttamente sulla spiaggia di Aliki. Suggestivi i grandi falò intorno ai quali si alzano i canti, si tengono spettacoli tradizionali e si assaggiano i piatti tipici della zona (ottime le insalate di mare).

Sagra del Pesce (Aliki 6 Agosto)

Le celebrazioni hanno luogo sempre sulla spiaggia di Aiki. Danze folkloristiche, canti e musiche si accompagnano all'offerta di succulenti piatti di mare tipici della zona.

Festa Nazionale e Assunzione Vergine Maria (Parikia 15 Agosto)

Si tratta della festa maggiore dell’isola di Paros, con celebrazioni che risalgono a quasi 1500 anni fa. Di particolare intensità e sontuosità le celebrazioni nella cattedrale di Parikia, la bella e antica Chiesa di Panaghia Ekatontapyliani. Fuochi artificiali, danze e musica, sagre e tradizioni varie completano la festa.

 
 

Informazioni per visitare Antiparos

L'isola di Antiparos è situata nelle immediate vicinanze della isola di Paros (da qui il suo nome Anti-Paros), ed in particolare a solo un chilometro e mezzo di distanza dal piccolo porto di Pounda. È un luogo ameno, ideale per una vacanza al massimo relax, questo a causa delle sue piccole dimensioni. Infatti ridotta, ma ciononostante mai affollata e grazie alla presenza di un affascinante villaggio e tante spiagge assolate può essere la meta ideale per chi cerca una vacanza senza preoccuparsi di lottare per lo spazio in riva al mare, o più semplicemente per una escursione di poche ore da Paros, alla ricerca della tranquillità perduta. Antiparos è in realtà un arcipelago, composto da altre piccole isole: Kavouras, Dipla, Kimitiri, Despotiko e Strogylo.

Cosa vedere e visitare: Antiparos è tutto sommato di una piccola isola, ma presenta comunque un totale di 57 km di linea di costa. L'isola ha molto da offrire ai suoi visitatori sia in termini di luoghi che di attrazioni. Il più famoso dei siti di Antiparos è la Grotta di Antiparos, che ha una splendida collezione di stalattiti e stalagmiti. Migliaia di persone arrivano a Antiparos unicamente per ammirare questa meraviglia naturale, una caverna verticale unica in Europa. Molte figure storiche hanno visitato la grotta di Antiparos, e la prova di queste visite la si può vedere all'interno, dove si trovano iscrizioni e targhe alle pareti della grotta. Dall'analisi delle iscrizioni è emerso che la grotta ad Antiparos è stata utilizzata in tempi molto antichi.

A parte le sue bellezze naturali, il suo villaggio principale, la Chora, è molto affascinante con le case bianche e gli infissi celesti, e qui si concentrano la maggior parte delle attività oltre alcune spiagge di rilievo. Il villaggio di Chora è infatti il centro abitato più importante ed anche l'unico porto di Antiparos. È ovviamente anche il luogo più abitato e dove trovare gli alloggi giusti per la vostra vacanza.

Chora ospita anche uno dei siti turistici più importanti dell'isola, il castello veneziano, circondato da una fortezza detta Kastro, e ospita quattro antiche chiese; Aghios Antonios, Christos, Agios Nikolaos e Agios Ioannis. Qui ovviamente si trova la scelta più importante ristoranti, bar, taverne e club. C'è anche un piccolo mercatino dove i visitatori possono soddisfare le loro esigenze, e passare un pò del loro tempo durante la passeggiata intorno alle attrazioni locali.

Di fronte Antiparos Island si trova la piccola isola di Despotiko, che i turisti possono raggiungere con un tour in barca. A Despotiko vi è un delizioso centro religioso arcaico, con i resti di templi e cimitero. Si ritiene che gli dei dell'olimpo Apollo e Artemide siano stati adorati su questa piccola isola. La visita a Despotiko richiede almeno un paio d'ore di tempo.

L'isola di Antiparos è anche famosa per le sue belle spiagge, a dispetto delle dimensioni ridotte dell'isola qui la scelta è piuttosto ampia.

A sud-est della Chora di Antiparos si trova la spiaggia di Psaraliki I e Psaralyki II Psaralyki, due lunghe distese di sabbia al riparo dai forti venti. Entrambe queste spiagge possiedono acque poco profonde e alberi che forniscono un pò d'ombra. Mentre la prima spiaggia Psaralyki è ideale per le famiglie con bambini, la spiaggia Psaraliki È frequentata in modo misto da naturisti e non nudisti; nella zona si trovano anche dei servizi come un paio di taverne e bar.

Spostandosi un pò più a sud si arriva alle spiagge di Panagia e Glifa. La prima è un ottimo rifugio se già il relativo affollamento di Psaraliki I comincia ad infastidirvi. La seconda è situata in un ambiente rurale con ottimi panorami verso l'isola di Paros.

Le spiagge di Agios Georgios, Soros e Apandima, sono situate lungo la costa meridionale di Antiparos; le prime due sono particolarmente belle. Sul lato occidentale di Antiparos si trova invece un'altra bella spiaggia, che rimane al centro di una notevole baia.

Una nota de Il Turista: è consigliabile acquistare in loco una cartina di Antiparos per trovare le giuste strade di accesso per ogni spiaggia. Alcune infatti sono accessibili a piedi, mentre altre sono meglio raggiungibili in barca, nel caso meglio affidarsi a delle guide locali.

Come arrivare ad Antiparos: non c'È un aeroporto sull'isola, e quindi l'unica possibilita' È quella di volare su Paros e da qui prendere una imbarcazione che vi porterÈ ad Antiparos in circa mezz'ora di navigazione, dal porto principale di Paros.

Dal punto di vista climatico Antiparos possiede la stessa caratteristica principale delle isole Cicladi ed egee in genere. Il periodo avaro di precipitazioni, e quindi idoneo ad una vacanza di mare va da maggio a settembre compreso. Anzi molte volto il tempo si mantiene stabile fino alla metà del mese di ottobre. I mesi di luglio ed agosto presentano una temperatura media di 25 gradi C, ideale per lunghe giornate in spiaggia. La temperature delle acque raggiunge i valori più elevati a luglio, agosto e settembre, con valori compresi tra i 22 e i 24 gradi C, ma anche giugno ed ottobre possono consentire lunghi bagni con i valori compresi in genere tra i 20-22 gradi C. I mesi più piovosi sono dicembre a gennaio, ma la stagione invernale non ha certo un mercato turistico a Paros.

 

Website Apps